Le stagioni

Tra fedeltà e ricreazione

PROGRAMMA  
   
A. PONCHIELLI
(1834-1886)
Ripieno*
   
   
A. VIVALDI
(1678-1741)   
  
da   Il cimento dell’armonia e dell’invenzione, op. VIII
Le Quattro Stagioni
(adattamento per violino e organo di Marco Ruggeri)
   
  La Primavera, op. VIII n. 1
Allegro
canto degl'uccelli... scorrono i fonti.. tuoni...
Largo
mormorio di frondi e piante... il cane che grida...
il capraro che dorme...
Allegro        
danza pastorale
   
  L’Estate, op. VIII n. 2
Allegro non molto    
languidezza per il caldo... il cucco... la tortorella...
il gardellino... zeffiretti dolci... vento Borea,
venti,venti impetuosi, venti diversi...
il pianto del villanello...
Adagio        
mosche, e mossoni... tuoni...
Presto        
tempo impettuoso d’estate...
   
  L’Autunno, op. VIII n. 3
Allegro        
ballo e canto de’ villanelli...
Adagio molto    
la stagion ch’invita tanti e tanti d’un dolcissimo sonno
Allegro         
la caccia... la fiera che fugge... schioppi e cani...
la fiera fuggendo muore...
   
  L’Inverno, op.VIII n. 4
Allegro
agghiacciato tremar tra nevi algenti... orrido vento...
correr e batter li piedi per il freddo...batter li denti...
Largo 
la pioggia...
Allegro        
il giaccio... camminar piano e con timore... cader a terra... correr forte...
il giaccio si rompe... il vento Sirocco... il vento Borea e tutti li venti... venti...
Quest'è 'l verno, ma tal che gioia apporte.
   
   
P. Davide DA BERGAMO
(1791-1863)
Sinfonia in Mib*
   
   
A. PONCHIELLI  Gran capriccio in Fa op. 80
   
* organo  
Investire nella cultura vuol dire investire nel futuro.
Sostieni Antiqua Vox con un aiuto economico o dedicando un po’ del tuo tempo libero.
Anche un piccolo gesto può dare un grande aiuto per costruire una società migliore.
SOSTIENI ANTIQUAVOX