Treviso, città d'organi

ORGANO DELL’ORTO E LANZINI, 1990

Chiesa di San Giuseppe

Treviso

 

 

DESCRIZIONE

L’organo, costruito nel 1990 dalla ditta aronese Dall’Orto e Lanzini, s’inserisce felicemente nella recente chiesa di San Giuseppe, conferendo un’armonico senso d’insieme al presbiterio ed all’abside. Lo strumento, strutturato su tre tastiere e pedaliera, è ispirato a precisi modelli storici ossia all’organaria barocca franco-alsaziana e risulta quindi particolarmente adatto al repertorio francese del periodo classico. Clérambault, Couperin, Titelouze e Marchand sono gli autori che meglio risaltano su questo strumento, ma anche l’esecuzione dei grandi barocchi tedeschi e di Johann Sebastian Bach non sfigurano, vista l’equilibrata piramide fonica, le notevoli possibilità espressive che consentono di dipanare l’esecuzione su tre tastiere e la pedaliera naturalmente completa e cromatica

 

COLLOCAZIONE

A pavimento dietro l’altar maggiore

 

PROSPETTO

Totale di 43 canne in stagno disposte complessivamente in cinque campate su due ordini, l’inferiore con canne del Principale 8’ del GO, il superiore con canne del Prestante 4’ del positivo

 

TASTIERA

Consolle a finestra con tre manuali (I: GO, II: Pos., III: Recit.) di 51 note (Do1 – Re5), prima ottava cromatica, rivestimento diatonici in ebano con frontalino a chiocciola, cromatici in noce ricoperto di avorio

 

PEDALIERA

In rovere di Slavonia, diritta e parallela di 27 note (Do1 – Re3), cromatica

 

REGISTRI

Comandi a pomello in colonna ai due lati della tastiera (il Cornetto ha il pomello sopra la terza tastiera)

 

ACCESSORI

Unione GO-Ped. a pomello, Unione Pos.-GO a cassetto, Tremolo

 

MANTICERIA

Tre mantici a cuneo posizionati a lato del basamento azionati da elettroventola con possibilità di azionamento anche manuale (leve)

 

SOMIERI

A tiro in noce

 

TIPOLOGIA DI TRASMISSIONE

Integralmente meccanica per tastiere, pedaliera e registri

 

TEMPERAMENTO

Werckmeister III

 

STATO DI CONSERVAZIONE

XXX