APPUNTAMENTO

sabato 13 agosto 2022

ore 19

Fusine di Val di Zoldo

Chiesa di San Nicolò

Ingresso libero

L’uso della mascherina è obbligatorio

Franziska Fleischanderl

Musiche di Florido Ubaldi, Anonimo, Manuel Canales, Vicente Adàn, Franziska Fleischanderl

Florido Ubaldi Sonata per salterio
(fl. 1708 – 1746) Preludio
Allegro
Giga
Anonimo 3 Concerti del libro di salterio della suora Maria Costantina Voglerin
Allegro
Grave
Allegro
Florido Ubaldi Sonata per Salterio
Preludio 
Giga
Anonimo Partita del libro di salterio della suora Maria Costantina Voglerin
Marcia
Minuetto
Giga
Fantasia
Allegro
Manuel Canales Minuè No. 4 per salterio
(1747-1786) Largo
Trio
 
Anonimo Variazioni sopra la Follia per salterio
(Madrid, 1754)
Vicente Adàn Divertimento per salterio
(fl. 1758-1787)
Anonimo Danze per salterio
(Barcelona, 1764) Allemanda
Bayle
Minuè
Contradanze
Minuè
Fandango
Franziska Fleischanderl Sonata per salterio
Allegro
Largo
Rondò

 

 

Franziska Fleischanderl ha sentito per la prima volta il suono di un salterio all’età di quattro anni e si è subito innamorata del suo suono chiaro ed etereo. Ha seguito due corsi a Linz e a Basilea alla Schola Cantorum con Karl-Heinz Schickhaus, Hopkinson Smith e Rudi Lutz conseguendo i titoli Master of Arts. Tiene concerti, conferenze e masterclass in tutta Europa e in America; si è esibita in tutti i maggiori festival di musica antica e contemporanea ed è stata invitata a effettuare numerose registrazioni su CD e radio per ORF, Arte, BR, SWR, Deutsche Grammophon, Glossa e Christophorus ecc. Per molti anni Franziska Fleischanderl si è concentrata sull’esplorazione del suo strumento negli ambiti della musica antica e contemporanea. Dal 2008 al 2015 si è dedicata esclusivamente all’espansione dello spettro sonoro e del repertorio contemporaneo per il dulcimer martellato e ha ricostruito le basi della sua notazione. Ha eseguito in anteprima circa 30 composizioni scritte per lei e ha collaborato con György Kurtág, che ha espresso grande apprezzamento per le trascrizioni della sua musica. Il casuale acquisto di un salterio originale di eccezionale bellezza del 1725, costruito da Michele Barbi a Roma, ha costituito una svolta importante nella sua vita artistica. Dal 2015 si è quindi dedicata intensamente allo studio scientifico del salterio italiano, eseguendo in prima assoluta musica inedita e originale del XVIII secolo per salterio, utilizzando tutte le tecniche di esecuzione comuni all’epoca: battuto con le bacchette, pizzicato con le dita e pizzicato con i plettri. Nella primavera del 2021, ha conseguito il Dottorato all’Università di Leida discutendo la tesi “Vestito a ponti d’oro e a cento corde in seno. History, repertoire and playing techniques of the Italian salterio in the eighteenth century”, un’ampia dissertazione sulla storia, il repertorio e le tecniche di esecuzione del salterio italiano nel Settecento (promotores Ton Koopman e Frans de Ruiter). Allo scopo di riportare in vita il suono di questo strumento barocco, ha fondato nel 2017 l’ensemble “Il Dolce Conforto”, con il quale ha pubblicato due dischi recensiti e premiati a livello internazionale. Franziska Fleischanderl vive a Salisburgo.